Il caso di Simone Scuffet, divenuto titolare in Serie A a 17 anni, sta facendo discutere. È il nuovo Gigi Buffon o rischia di diventare uno dei tanti Vincenzo Fiorillo? La risposta potrà darla soltanto il tempo, ma qualche buon indizio potrebbe esserci. Ecco i 17 portieri più precoci, quelli che si sono fatti strada ancor prima dei 19 anni e che si sono poi confermati successivamente. Una lista ricca di grandissimi nomi. Simone, ispirati a loro…

Enrico Albertosi – 15 anni

Il suo debutto ufficiale è incredibilmente a 15 anni, quando rimpiazza il titolare Gregoratto a Pontremoli (che, stando alle cronache dell’epoca, si imbarcò come marinaio). Passa allo Spezia e a 19 anni debutta in A con la Fiorentina. Fu non soltanto uno dei più precoci, ma anche uno dei più longevi, chiudendo la carriera a 45 anni.

Giorgio Ghezzi – 16 anni

Uno dei miti della scuola italiana. “Kamikaze” (definito così per lo stile spericolato) esordì a 16 anni divenendo il titolare del Cesenatico tra i dilettanti e iniziando la scalata che lo portò a vincere quattro scudetti e una Coppa dei Campioni tra Inter e Milan.

Ladislao Mazurkiewicz – 16 anni

Considerato uno dei migliori portieri di tutti i tempi, il suo debutto in Uruguay è datato 1961 con il Racing Club di Montevideo. El arquero negro, un idolo per generazioni di sudamericani.

Jean-Marie Pfaff – 16 anni

Una delle icone degli anni 80, il belga debuttò in patria con il KSK Beveren già nel 1969. Prima di scrivere pagine eccelse nella storia del Bayern Monaco dal 1982 al 1988.

Peter Shilton – 16 anni

Lo nota un certo Gordon Banks e lui gli fa le scarpe appena può, rubandogli il posto al Leicester quando non ha nemmeno 17 anni. Era la primavera del 1966. E grazie a lui il club inglese poté vendere il portiere campione del mondo.

Gigi Buffon – 17 anni

Il paragone inevitabile quando si parla di Scuffet. Debutta anche lui a 17 anni, il 19 novembre 1995 e subito ipnotizza il Milan di Fabio Capello. Scendendo in campo contro il Catania, però, il portiere dell’Udinese lo ha superato per presenze alla prima stagione: 10 contro 9.

Petr Cech – 17 anni

Uno dei migliori portieri al mondo, debutta tra i professionisti nel Chmel Blasny ed è subito titolare. Nel 2001 passa allo Sparta Praga e da lì al botto con il Chelsea il passo è davvero breve.

Rogerio Ceni – 17 anni

Sta ancora giocando a 41 anni suonati. Evidentemente non si è ancora stancato, nonostante la sua carriera sia iniziata nel lontano 1990 con il Sinop. Gran tira rigori, debuttò titolare parandone uno…

Angelo Peruzzi – 17 anni

Debutto storico quello di “cinghialone”, che esordisce il 13 dicembre 1987 in Milan-Roma. Una partita vinta a tavolino dai giallorossi per via del petardo che stese Franco Tancredi e regalò i primi scampoli di massima divisione al futuro portiere di Juventus, Inter e Lazio.

Iker Casillas – 18 anni

Adesso ondeggia tra i pali e la panchina, ma il 12 settembre 1999 fece già il suo debutto ufficiale. Con 18 anni e 115 giorni resta il più giovane numero uno nella storia del Real Madrid.

Oliver Kahn – 18 anni

Per anni uno dei migliori portieri al mondo, debutta con il Karlsruhe il 27 novembre 1987. Vince 4-0, ma per diventare titolare a tempo pieno dovrà aspettare ancora quasi due anni.

Andreas Koepke – 18 anni

Il 30 maggio 1980 è la data scolpita nella sua storia, il giorno in cui debutta con l’Holstein Kiel. Sarebbe divenuto uno dei più grandi portieri della sua generazione, eletto il numero uno in Europa nel 1996.

Bodo Illgner – 18 anni

Uno dei portieri più rappresentativi degli anni 90, cresce e debutta nel Colonia, che lo fa esordire a 18 anni. Nel 1996 passa al Real Madrid e vince tutto.

Michel Preud’Homme – 18 anni

Con Pfaff, un’altra delle icone della scuola belga. Che inizia rubando il posto a Piot nello Standard Liegi 1977-78.

Pepe Reina – 18 anni

L’attuale portiere del Napoli seppe approfittare degli infortuni di Dutruel e Arnau per diventare il titolare del Barcellona dal 2 dicembre 2000. Ma i catalani lo scaricarono in fretta…

Jan Tomaszewski – 18 anni

Il suo nome non dirà molto ai più giovani, ma si tratta di uno dei portieri più forti della storia. Uno degli idoli della Polonia anni 70. “L’uomo che fermò l’Inghilterra” debuttò con il Legia Varsavia a soli 18 anni.

Walter Zenga – 18 anni

Cresciuto nel vivaio dell’Inter, l’Uomo Ragno viene ceduto in prestito alla Salernitana in C1. Gioca titolare, ma fatica parecchio. E c’è addirittura chi narra di averlo visto in lacrime dopo due gol presi a Campobasso.

https://it.eurosport.yahoo.com/video/top-5-le-pazzie-della-091806714.html?format=embed&player_autoplay=false

Di Mattia FONTANA (Twitter: @mattiafontana83)