Vincere l’oro olimpico è un onore enorme, soprattutto se arriva al termine di una delle storie più incredibili degli ultimi anni. Il Team Usa di curling ha raggiunto l’olimpo dopo un viaggio a dir poco tortuoso: perse le prime 4 gare (una anche contro l’Italia), John Shuster e i suoi compagni si sono presi l’oro dopo aver battuto l’ingiocabile Svezia, da tutti additata come vincitrice annunciata a Pyeongchang. Oro storico, dunque, e tutto ciò che ne consegue: notorietà, complimenti e magari anche un giretto alla Casa Bianca una volta tornati a casa.

Eppure questa mitica impresa non è bastata ai ragazzi a stelle e strisce per guadagnarsi un ritorno in patria da trionfatori: “Usa Curling” via Twitter si è rivolta alla compagnia Delta chiedendo – con il sorriso – un upgrade di classe per i suoi medagliati, ricevendo però un no, benché condito di complimenti di vario genere.

Usa Curling ovviamente ha incassato con classe, ma forse qualcosina in più da parte della compagnia aerea poteva essere fatta. Quanto meno sarebbe arrivata un po’ di pubblicità positiva, (quasi) gratis.