La Champions League è da sempre teatro di grandi imprese e rimonte, ma le emozioni più grandi per i tifosi – e non solo – sono i gol qualificazione arrivati in pieno recupero. Il più famoso, inutile dirlo, fu quel Manchester United

che nella finale di Barcellona 1999

contro il Bayern Monaco

riscrisse la storia grazie all’uno-due firmato Sheringham-Solskjaer, ma dall’allora di emozioni le notti di gala europee ne hanno regalate ancora tante. Abbiamo deciso di ripercorrerle insieme a voi… anche perché le italiane hanno sempre avuto un bel vizietto per il gol in ‘zona Cesarini’. 1999-00: Bayern Monaco-Porto 2-1 (Jardel al 90’ e Linke al 92’)

Dopo essere stati beffati nell’incredibile finale di Barcellona dell’anno prima, il Bayern Monaco ebbe la sua piccola soddisfazione nei quarti dell’anno successivo: il gol di Mario Jardel al 90’ porterebbe infatti la partita ai supplementari visto l’1-1 dell’andata, ma la rete del difensore Linke al 92’ condanna i lusitani.

2002-03: Juventus-Deportivo la Coruna 3-2 (Tudor al 93’)

L’annata è quella storica per il calcio italiano, con la finale tutta italiana di Manchester ma soprattutto il 3 su 4 delle semifinali con l’euroderby tra Milan e Inter. I tifosi juventini però ricorderanno certamente il gol di Igor Tudor all’ultimo secondo di Juve-Deportivo. La formula era ancora quella del doppio girone, ma un pareggio avrebbe obbligato la Juventus a sperare nel Manchester United (impegnato col Depor) nella sesta ed ultima giornata. Ecco allora il gol di Igor Tudor a qualificare matematicamente la Juventus, permettendo ai bianconeri anche la sconfitta indolore nella partita successiva di Basilea.

2002-03: Milan-Ajax 3-2 (Tomasson al 91’)

D’accordo, i tabellini riportano il tocco del danese… ma per tutti i tifosi rossoneri quella resta la rete del solito Pippo Inzaghi. Milan fuori, qualcuno a San Siro ha anche già abbandonato lo stadio, poi il lancio di Costacurta e dal batti-ribatti il pallonetto di Inzaghi sull’uscita di Lobont. Il Milan, poi, quella coppa, la vincerà anche. Un gol storico.

2003-04: Man UTD-Porto 1-1 (Costinha al 90’)

Signore e signori, eccovi José Mourinho. Howard non trattine, Costinha si butta sul pallone e la mette dentro. Un giovane Mourinho esplode correndo i 50 metri più famosi della storia del portoghese. Grazie allo 0-0 dell’andata il Porto elimina lo stra-favorito Manchester United e, un po’ come fu per il gol di Inzaghi, si apre la strada verso il più incredibile trionfo.

2004-05: PSV-Milan 3-1 (Ambrosini al 91’)

Ancora Milan. Sembra tutto facile dopo il 2-0 dell’andata a San Siro, ma al ritorno il PSV è una furia e al novantesimo ha in mano partita e accesso ai supplementari. La zuccata di Ambrosini spedisce però il Milan nella finale di Istanbul… ma questa volta a differenza di Manchester sarà un ricordo molto amaro.

2008-09: Chelsea-Barcellona 1-1 (Iniesta al 93’)

La Champions per qualche anno non regala più emozioni in zona Cesarini, ma nel maggio del 2009 si scatena l’incredibile. Per i tifosi del Chelsea quella resterà la partita delle follie di Ovrebo e della reazione di Drogba, ma per quelli del Barcellona il gol di Iniesta è il più dolce dei ricordi. Il Barcellona volerà così a Roma per il prima Champions di Pep Guardiola.

2009-10: Dinamo Kiev-Inter 1-2 (Sneijder al 90‘)

Al minuto 85‘ il cammino dell’Inter è praticamente compromesso, ma Milito all’86’ e Snejider al 90’ cambiano completamente la storia della seconda campagna europea di José Mourinho in fase nerazzurra. D’accordo, non siamo nella fase a gironi, ma questo successo regala all’Inter gli ottavi. E dà lì in poi saranno solo gioie fino a Madrid.

2012-13: Borussia Dortmund-Malaga 3-2 (Reus al 91‘ e Felipe Santana al 93‘)

Siamo alla storia recente, ma anche alla più incredibile. A 8 minuti dalla fine Eliseu manda gli andalusi in semifinale, ma il finale del Westfalenstadion è da infarto. Ai ragazzi di Klopp non basta nemmeno un gol… ne servono due. Marco Reus e Felipe Sanata (tra le polemiche) regalano al Borussia Dortmund la semifinale. I gialloneri arriveranno poi fino a Wembley, arrendendosi solo a Robben.

PS:

ci sono altri incredibili gol arrivati nel finali della Champions, ma non in zona recupero. Tra i più incredibili per le italiane il gol di Pandev all’88’ che nel 2011 permise all’Inter di eliminare il Bayern Moanco o quello di Emerson che, allo stesso minuto, permise alla Juve di far fuori il Werder Brema dagli ottavi di Champions League 2005-06.

https://it.eurosport.yahoo.com/video/guardiola-allattacco-ma-moyes-ci-081257353.html?format=embed&player_autoplay=false

di Simone ETERNO (Twitter: @Simon_Forever)