Cominciamo con il dire che è tutto vero: c’è un foglio che lo certifica, riportato dalla fonte NairobiNews – certo -, ma di questi tempi in cui si scommette su tutto e tutti, perché non crederci?

E allora ecco la notizia: c’era una volta in Kenya un uomo – Amani Stanley – che credeva tanto, ma veramente tanto nella vittoria del Manchester City sullo United. Ne era talmente convinto che era addirittura disposto a scommettere la moglie con un amico: per una settimana, eh, ma comunque un bell’impegno.

Con la presente io, Amani Stanley, prometto di cedere mia moglie per una settimana intera al mio amico Tony Shilla se il Manchester City non dovesse vincere la Premier League nella partita contro il Manchester United. Sono assolutamente sano di mente e non sono stato obbligato da nessuno a sottoscrivere questo accordo.

I presupposti c’erano tutti: il City di Guardiola, lanciato ormai verso il titolo, con 6 partite ancora da giocare con una vittoria sarebbe salito a +19 sui cugini, diventanto irraggiungibile per tutti. Il 2-0 del primo tempo lasciava tranquillo il buon Amani, ma il 2-0 si trasforma presto in 2-3 grazie a Pogba (2) e Smalling.

Scommessa persa e da pagare all’amico, dunque. Con due domande da parte da nostra…

1. In caso di vittoria, cosa avrebbe vinto Amani?
2. Soprattutto, dopo questa vicenda, tornerà da suo marito?!?