E’ successo davvero: finale molto concitato in Grecia tra la prima e la terza del campionato, PAOK contro AEK. Il Paok segna un gol, ma l’arbitro Georgios Kominis decide di annullare, probabilmente per il disturbo di un altro giocatore, che passa davanti al portiere mentre sta arrivando il pallone.

Il presidente del club, Ivan Savvidis, non ci sta e fa invasione di campo, dirigendosi minaccioso verso l’arbitro: le foto scattate mettono in evidenza una pistola, posizionata in una fondina al suo fianco. Non uscirà mai dalla sua sede e l’entourage riuscirà a calmare il presidente, ma rimane comunque una scena non comune, fortunatamente.