Prima della partita tra Swansea e Crystal Palace, Roy Hodgson si è ritrovato di fronte a uno specchio: l’ex-tecnico dell’Inter, ora sulla panchina del Palace, risollevato dall’ultimo posto in classifica dopo un inizio da 7 sconfitte consecutive e 0 gol realizzati, ha incontrato il suo curiosissimo sosia, che lavora come steward al Liberty Stadium.

L’uomo ha 73 anni e si chiama Clayton Davis: è un ex-ingegnere informatico in pensione, e la sua somiglianza con Hodgson è così grande da aver mandato in confusione anche un suo collega, in servizio come Babbo Natale nel centro della città di Swansea.

Prima della partita, l’uomo ha incrociato Hodgson e, scambiandolo per l’amico, l’ha salutato con un bonario: “Come va, Clayton?”. Il tecnico del Crystal Palace è rimasto talmente stupito da voler incontrare personalmente la propria copia prima del match: detto, fatto, ed eccoli a posare per i fotografi.